08/05/18

Gruppo di Lettura Unravel Me di Tahereh mafi: Capitoli 29-35

Buongiorno a tutti,

come state? State seguendo le tappe del gruppo di lettura?
Spero di sì perchè ogni pochi capitoli le cose si complicano, abbiamo sempre più informazioni e colpi di scena e pare che l'azione stia per entrare veramente nel vivo e tra pochissimo ne discuteremo.
Se non avete ancora letto nulla di Tahereh Mafi o dovete ancora iniziare la lettura di Unravel Me, non leggete. Discutiamo dei capitoli due volte a settimana, chi sta al passo col Gdl sa, chi approda qui senza sapere è sottoposto a SPOILER! Dunque fermatevi qui se non volete sapere altro...


La trama la salterei, lasciandola per la recensione. Se siamo qui direi che ormai sappiamo molto...
bene, iniziamo il recap dal capitolo 29 al 35!

Juliette si sta preparando per la missione, ma James la ferma perchè vuole parlare con lei. E' arrabbiatissimo perchè tutti sanno che lei ha già ucciso tranne lui. Gli altri bambini sparlano di lei e lui la difende, prendendosi del bugiardo. Adesso vuole conoscere la motivazione che l'ha spinta a farlo. Così per Juliette si prospetta una non facile confessione che si spinge a fare per  salvaguardare il rapporto con il fratellino di Adam.
I due si recano quindi nella mensa dove tutti sanno della missione e nota la differenza: Juliette viene guardata con orgoglio perchè anche lei sta dando il suo contributo, combattendo con e per loro contro il nemico.

Adam, Kenji e Juliette vanno avanti con la preparazione per la missione. Juliette indossa i suoi nuovi guanti fatti da Winston prima di essere rapito, quella specie di guaina-tirapugni creato da Alia, la fondina, le armi. Kenji con la sua divisa che aiuta la sua dote. Adam apparentemente senza nessun equipaggiamento, cosa che sembra ingiusta a Juliette e che la spinge a chiamarlo. Il risultato è che il ragazzo fugge e Kenji ne approfitta per punzecchiarla perchè il povero ragazzo la desidera e non può toccarla, il cui effetto è far tornare Adam, capace di parlare ed enumerare  il suo arsenale per far capire al "ragazzo invisibile" che deve moderarsi. Ma Castle li chiama. E' ora di entrare in azione ed andrà in avanscoperta in anticipo rispetto a quando i ragazzi dovranno presentarsi al padre di Warner, per essere pronti ad intervenire se le cose si mettono male.
I ragazzi finiscono i preparativi e si mettono in marcia, ascoltando le ultime istruzioni di Kenji.
Juliette inizia ad interrogarsi, dubita di sè, ma ormai è tardi per i ripensamenti.
I ragazzi sono in cammino, invisibili perchè Adam ha messo in pausa il suo potere e Kenji può estendere l'invisibilità anche a loro. Capiscono che ci sarà battaglia perchè Kenji sente il rumore di vari motori, confermando che i sospetti di Castel sono realtà. Loro però sbagliano casa, finiscono davanti ad un appartamento in ottimo stato e devono correre. Juliette non può fare a meno di fantasticare su una vita immaginaria lì...
Una volta giunti davanti alla decrepita casa, Juliette propone di andare da sola, come si aspetta il nemico e la porta si apre prima ancora che lei abbia il tempo di bussare.
Il padre di Warner si congratula per la puntualità della giovane per poi subito attaccarla. Lei pensa di morire, ma lui, al momento, vuole solo disarmarla.
A Juliette preme sapere cosa ne è degli ostaggi e viene subito rassicurata, benchè il capo supremo metta subito in chiaro che lui ha sempre saputo della resistenza, che si è stufato, che li sterminerà, ma era anche curioso di conoscere la ragazza che ha spinto suo figlio a supplicare per lei, lui che è stato cresciuto nella durezza e nell'autosufficienza, nell'assenza di indulgenze. Quindi chissà che non la risparmi... Bella, coraggiosa, puntuale (embè..).
E qui entra in scena Warner su cui Juliette si mette a fare un'accurata descrizione fisica e psicologica molto calzante, la terrorizza vedere altro oltre al ragazzo crudele, la destabilizza realizzare che è umano e comprensibile.
Il supremo vuole sapere come ha fatto a scappare e, quando la ragazza ammette di aver sparato a Warner, la situazione precipita e ordina a suo figlio di sparare alla giovane.

E..tadan, colpo di scena! Alla prossima puntata! La Mafi ce l'ha cacciata giù dura, eh?

Scusate se mi sono dilungata troppo, ho cercato di sintetizzare al meglio, dilungandomi dove ritenevo necessario.
Allora? Che ne pensate?
Un attimo di perplessità c'è perchè durante l'uscita in solitaria col gruppo di ribelli scelti, Castle precisa che ognuno per sè, ma ora, missione di preparazione perchè nessuno si lascia indietro? Me la spiego solo perchè nel primo frangente avrebbero fatto una mega retata e minato la resistenza si fossero fatti accalappiare per salvare un membro catturato. In questo caso sono stati rapiti due membri in diverse circostanze e bisogna recuperarli. Cambia la modalità della cosa insomma. O semplicemente la Mafi voleva dare una svolta alla storia o farci vedere che Castle inizia ad essere minato mentalmente da questa preparazione alla guerra e non tutte le sue scelte sono dunque razionali o sensate.
La fase della preparazione alla missione viene tirata troppo per le lunghe(chiacchierate, confessioni, spiegazioni, preparazione...) benchè si intuisca un clima di urgenza e poi passiamo subito alla parte seria che si svolge in...trenta secondi?
Quando Anderson ha attaccato Juliette pensavo la volesse ammazzare, non che poi vada meglio... La comparsa di Warner sorprende e mi fa esclamare: "Finalmente, bello de mamma, 'ndo eri?". Insomma, qui si vuole il pepe, va bene papà psyco, però voglio anche la prole ovvero lui che rende frizzanti i giochi. Sono #TeamAdam, ma mica vuol dire che voglio Warner fuori dai giochi, anzi!
La descrizione di Juliette ha dell'incredibile, sembra che lo legga dentro e ne è spaventatissima. Nonostante i continui dubbi però è determinata e non si è mai tirata indietro da quando è uscita per la missione. Insomma, si lamenta, ma finalmente agisce.
La scena della chiacchierata a tre ha del surreale e la fine repentina fa morire...Infatti, appena pubblico qui, andrò avanti nella lettura perchè voglio sapere! Personalmente spero nella ribellione del ragazzo ed in sviluppi atipici.
Credo che Kenji ed Adam stiano morendo d'ansia in attesa di scoprire cosa sta accadendo dentro la casa e li capisco!
Diciamo che è successo e non è successo nulla finora, ma quando succede ha l'effetto di una porta sbattuta in faccia... Adesso sì che si ragiona e presumo che la situazione non potrà che precipitare o comunque restare movimentata e poco stazionaria e riflessiva.

Vi lascio il calendario e ci vediamo il 10 sul blog L'angolo di lettura delle Mad Friends Book. Nel frattempo sclerate con noi anche sul gruppo FB!


10 commenti:

  1. ciao, ho avuto le tue stesse perplessità. Ho trovato alcune incongruenze che spero vengano spiegate andando avanti con la lettura. Questi capitolo però per fortuna sono più avvincenti e ci siamo fermati sul più bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tocca andare avanti! Cavolo, la sosta proprio ora...

      Elimina
  2. Finalmente si stanno muovendo le acque: più azione, più emozioni e più Warner 😆 non vedo l'ora di andare avanti!

    RispondiElimina
  3. Anche io leggendo ho trovato dei passaggi poco convincenti. Non so come mai e non credo che darà delle spiegazioni. C'è da dire che finalmente l'autrice osa un po' di più con la suspense. Non mi fa impazzire questo secondo volume rispetto al primo. Tanto, troppo introspettivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me c'è una motivazione. L'approccio ad Omega Point, però avrebbe potuto effettivamente essere meno statica..

      Elimina
  4. Finalmente il tutto si è un pò smosso e velocizzato. Devo ammettere che la scena finale mi ha creato un pochino di ansia per il povero Warner e quel vecchiaccio un paio di pugni come si deve se li meriterebbe tutti! In ogni caso vista l'ultima scena non sono riuscita a fermarmi e ho dovuto proseguire a tutti i costi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pugni? Soltanto? Sei troppo buona!

      Elimina
  5. Finalmente un po' di movimento e anche tu team Adam..pensavo di essere l' unica e come te sono felice del ritorno in scena di Warner perché voglio vederlo in azione dopo le rivelazioni di Destroy me. Castle ancora non l'ho inquadrato bene, certi comportamenti non sono chiari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, non siamo sole, questo è sicuro XD

      Elimina