21/07/18

Segnalazione Saga Ulfhednar War di Alessio del Debbio

Buongiorno Lettori,

mi auguro che questa estate sia piena e soddisfacente. Per me lo è, sicuramente meno noiosa e torrida del solito, finora.
Oggi vi segnalo l'opera urban fantasy di Alessio del Debbio, autore di Viareggio edito da un editore minore e recentemente dirigente della nuova casa editrice NPS, marchio editoriale dell'associazione "Nati per  scrivere", dedita al compito di diffondere cultura in Toscana.
Non fa mai male essere a conoscenza di nuovi titoli e mi fa piacere segnalare uscite.

Trama: Amici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello d’Argento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde un’ombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita.
«Per questo continuiamo a provare. Per rendere onore a chi è caduto, per vincere le nostre paure e promettere a noi stessi di non fallire più.»
Ambientato in Toscana, tra Viareggio e le montagne della Garfagnana, il libro mescola mitologia nordica e celtica a storia e leggende toscane, alternando, con ritmo incalzante e colpi di scena, capitoli nel presente e altri nel passato.


Da poco è invece uscito il secondo volume.

Trama: Dopo lo scontro alla Grande Quercia, gli ulfhednar del Vello d’Argento sono senza un Alfa e temono attacchi da parte dei Figli di Cardea. Daniel cerca di addestrare i nuovi membri del branco, la Dottoressa è tormentata dai fantasmi del suo passato, Dominic, infine, medita vendetta, incolpando Ascanio e Daniel della morte di sua madre.
Quando un nuovo branco invade l’Appennino, i Figli di Cardea decidono di sferrare l’attacco finale, per cancellare lupi e stregoni dalla penisola. Nel frattempo, Ascanio è scomparso…

Insomma, apprezzo molto il fantasy, soprattutto nelle declinazioni urban, poi si parla  di Toscana che, se inserita bene, è un valore aggiunto. Poi si parla anche degli ulfhednar di Odino, dunque derivazioni nordiche alla questione, il che non guasta.

Voi che pensate di questi volumi?

1 commento: