09/05/13

Il circolo letterario #1-Recensione di Luna di Francesca Verginella+giftaway


Buongiorno, cari lettori!
Ho intenzione di dedicare un angolo speciale agli autori italiani da chiamare “Il Circolo Letterario”.
Un piccolo spazio dedicato al nostrano e magari a quegli autori poco conosciuti sia perchè datati e non famosi sia perchè autoubblicati che hanno deciso di affidarsi a questo nuovo mondo anziché all'editoria a pagamento o proprio perchè vi si sono scontrati contro.
Ultimamente ho letto qualche romanzo italiano deludente stra sponsorizzato da editori conosciuti. E quindi doveva essere “garanzia di successo”. Peccato fosse un obbrobrio. Capita invece che i romanzi autopubblicati cadano molto dietro le quinte quando invece si può trattare tanto di perle di valore che di lavori mediocri ed entrambi dovrebbero avere la possibilità di saltare agli occhi.
Io mi auguro per lo meno, per coloro di cui parlerò, di destare interesse nel lettore e di far conoscere tali autori che non sono sotto ai riflettori. Questo è il turno di Francesca Verginella, la mia prima autrice autopubblicata!



Luna è il romanzo inviatomi dalla gentilissima Francesca Verginella, il suo, al momento unico fantasy e devo dire che la scoperta è stata assolutamente piacevole. Si tratta della sua prima opera e fortunatamente è anche uno dei pochi fantasy così come sono stati concepiti, senza ne troppi fronzoli ne orpelli. Anzi, mi meraviglia tutta questa accuratezza poiché è il primo libro e considerata la giovane età di Francesca che ha iniziato a cimentarsi con la scrittura giovanissima, a 19 anni, non è affatto scontato. Ne è pieno il mondo di autori giovani ed imbranati! Qui si trovano pochissimi errori di battitura che sono presenti, inspiegabilmente, anche nei romanzi di gran tiratura.

Luna è la storia, per l'appunti di Luna, giovane dal destino segnato che passa i primi 20 anni di vita sulla terra, figlia adottiva di una coppia divorata dal tempo e assolutamente sovrastata da un'esistenza più grande di lei, incapace di trovare obiettivi   a lungo termine.
Sarà l'incontro con un giostraio, alla fiera annuale della città, a svelarle molti arcani entrando nella giostra degli specchi denominata “Solamia” ed apprendendo che lei è originaria appunto di questo mondo dove tutti la attendono per sconfiggere il malvagio Cron, distruttore di Solamia.
La decisione non è facile. Ignorare le scoperte, folli e sconsiderate, cui solo un pazzo potrebbe credere e non abbandonare la vita tranquilla di sempre o lanciarsi, scoprire le sue origini ed adempiere al proprio destino?

Non voglio rivelarvi altro per non rovinarvi la sorpresa.
Inizialmente ero spaesata. Nelle prime pagine infatti si trova la descrizione della nascita di questo continente fantastico e per me, che sono una frana in geografia (non sono cosi pessima ma mi smarrisco facilmente!), è stato un piccolo sviamento. Ivi incluso il capitolo che si pone innanzi a tutta la storia e che narra della nascita di Luna e dei suoi genitori, Lorèn e Ledon. Difatti, credevo di aver perso qualche passaggio quando nel capitolo dopo mi sono trovata una sconosciuta di vent'anni e un'ambientazione del nostro mondo. Per fortuna, man mano mi sono ritrovata ed ho iniziato  seguire bene la storia.
La cosa che più amo dei fantasy è l'ambientazione, ma è con la grande descrittività che ho qualche problema. E questo libro è molto descrittivo. Anche se è così che deve essere un libro simile, ne più ne meno a livello narrativo e una volta che ci si fa il callo è addirittura piacevole. E' che il mio difetto maggiore è proprio la pazienza e perdermi dietro le descrizioni non è il mio sport preferito. Per fortuna, quando il libro mi cattura, dimentico le mie pessime abitudini e mi rattristo all'ultima pagina. Cosa che è successa anche con questo romanzo.

La storia prosegue come ci si potrebbe immaginare. Lo scontro con una realtà diversa da quella di Luna (ex-Narciso), l'inizio del viaggio per riunificare tutta Solamia per opporsi a Cron, le difficoltà nel farsi accettare da chi dovrà aiutarla, il dolore nel sentirsi inadeguata e nel non riuscire ad entrare nell'ottica di questo mondo, il potere che controlla lei anziché viceversa. Nulla è facile e tutto è pura formazione. Noi lettori ci beiamo della prosecuzione di questo viaggio dagli esiti mai scontati e dalle crude descrizioni delle battaglie o di altre questioni affrontate piuttosto di petto. Insomma, per fortuna non veniamo trattati coi guanti di velluto!

Le condizioni della gente sotto l'assedio dei Mutati, esseri generati da Cron per i suoi scopi, è reso estremamente bene. Non ci sembra di leggere una storia dove tutti sono sotto assedio ma tutto sommato si vive bene. I popoli sono cambiati. Duri, diffidenti, violenti, egoisti. Ognuno pensa al proprio bene, ai propri interessi e sempre più numerosi sono gli aggruppamenti di banditi e criminali. La stessa Luna , all'inizio del suo viaggio, va a chiedere aiuto nel cuore pulsante dei resti di Deos, una città sotterranea priva di scrupoli, chiusa e dedita ai propri affari senza curarsi dei problemi del vicino. Capiamo la sofferenza, la reclusione. Ci sembra quasi di vivere in prima persona cosa significhi vivere con abitudine a povertà e rimanere privi di speranza, covanti solo diffidenza e scontrosità per il nuovo. E in ogni tappa possiamo ammirare i diversi popoli, la fierezza, i problemi, come affrontano la situazione.
Oltre che racconto fantasy è anche la descrizione psicologica di ogni personaggio che è certamente diversa da quella di ogni essere umano classico. Molti sono proprio i tipici personaggi, alcuni più credibili ed altri troppo devoti. Ma credo sia normale. Parliamo dei personaggi di un mondo diverso dal nostro. L'unica con cui possiamo immedesimarci è proprio Luna che fa da ponte tra esseri umani e abitanti di Solamia.

Sono assolutamente rimasta sorpresa dal finale. Mi ha colta impreparata. Mi aspettavo tutto, tranne ciò che ho trovato alla fine. Ma potrete scoprirlo solo leggendo. E' uno di quei finali che sono al contempo l'inizio, un non-finale, una riflessione. E non sarà paragonabile a quanto letto altrove. In questo trovo assoluta originalità. Veramente, complimenti!


Adesso vorrei proporre a tutti voi la possibilità, grazie all'autrice, di poter vincere una copia ebook di una sua opera per i primi 3 che risponderanno correttamente al gioco proposto e che invieranno segretamente la risposta a dianosky@live.it

Allora dovrete indovinare il titolo di un libro di una serie a me cara che ha sempre come tema..La Luna. Voglio il titolo italiano e quello originale.
Un paio di indizi...E' Uno Young Adult ed è in uscita questo mese, ultimo volume di una celebre serie. Voglio proprio farvi indovinare. Del primo volume è stato tratto anche un film. Ma non vi dico ne se ne ho parlato ne se mi è piaciuto.

_ _     _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _    _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _   _ _ _ _ _ _ _ _ _



 Qui il profilo di Francesca e la sintesi delle sue opere! Mentre se volete conoscere più da vicino questa particolarissima autrice questo è il sito personale: La casa di Francesca. Buona permanenza nei mondi e nella casa di Francesca ;-)

9 commenti:

  1. che idea carina..io lo già letto e non partecipo ma condivido!!!! per gli altri:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!! Sei gentilissima!

      Elimina
  2. Sono da un pò che voglio leggere questo suo libro, ma non sono ancora riuscita a prenderlo!!!
    COmplimenti per la recensione, mi intriga davvero tanto!!! credo di aver capito il libro!! mando la mail, razie per questa occasione!!

    RispondiElimina
  3. Non so se vale ancora, ma partecipo comunque :)
    Questo libro è da un po' che lo voglio leggere *w*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'era la scadenza..Bè..che dire...guarda la casella mail!

      Elimina
    2. Non mi è arrivata nessuna e-mail

      Elimina
    3. Scusa, ora ho visto la tua email :D

      Elimina
    4. Bene!altrimenti te la romanesco! Quindi ebook arrivato?

      Elimina